venerdì 29 gennaio 2016

INSYLUM al CLUB 27 - Sessione 02





10 Novembre 1975                         
Ospedale Psichiatrico di Voghera (PV)
Reparto 23                                    

Nel pomeriggio ho fatto trasferire altri due pazienti trovati nelle stesse condizioni del gruppo anomalo: vaganti senza meta e senza memoria per le campagne del pavese, con abiti estremamente laceri e con il corpo coperto di contusioni ed abrasioni di vario genere e gravità.

> Paziente 104 - maschio - ricoverato il 1 Novembre
> Paziente 115 - maschio - ricoverato il 3 Novembre

A cena i pazienti si sono comportati meglio che a pranzo, anzi, il paziente 103 ha addirittura mangiato con appetito ed aiutato a pulire il piccolo disastro combinato dalla 109.
Vedremo come affronteranno la notte.

Il direttore
Dino Sforzati 


-
i pazienti 104 e 115 in un momento ricreativo
i segni di squilibrio erano evidenti

i pazienti durante l'abituale seduta con il primario


11 Novembre 1975                         
Ospedale Psichiatrico di Voghera (PV)
Reparto 23                                    

Sono appena stato informato che questa notte non è accaduto niente di particolarmente degno di nota.
Se si escludono le complicazioni segnalatemi dal servizio notturno con i soggetti 104 e 115, il resto dei pazienti si è comportato bene.
Ho dovuto far riprendere la terapia di clorpromazina al paziente 115, a quanto pare è ancora troppo agitato: durante la notte ha rotto il lavandino, probabilmente salendoci sopra.
Il paziente 104, nell’arco della nottata, ha presentato qualche problema di incontinenza connesso ad un acuto disturbo dissociativo dalla realtà e dal contesto che lo circondava, ma tutto sommato sembra ancora gestibile.
Alcuni degli altri pazienti si sono limitati a disfare il letto spostandone il materasso davanti alla porta, come a proteggersi da qualcosa, altri invece sono stati trovati la mattina rannicchiati in un angolo della stanza, come terrorizzati da qualcosa.
Alcuni di loro hanno faticato a prendere sonno ed a notte fonda sono stati trovati ancora in piedi o comunque svegli in strani atteggiamenti.
Alcuni tra questi ultimi sono quasi sembrati in atteggiamento di ascolto, ma di cosa ? chi mai ascolterebbe per ore, con tutta quella dedizione, le urla, le risate, i lamenti di quei poveri dannati ?
In mattinata il paziente 092 ha aggredito la 109 che si stava denudando.
La paziente 109 è ancora visibilmente instabile e va tenuta d’occhio, invece il paziente 103, che è corso in aiuto, sembra essere tra i più cooperativi.
Somministrata torazina anche alla 109, ma forse bisognerà raddoppiare la dose.
A minuti verranno qui e continueremo la terapia, mi aspetto molto da questa seduta.


Il direttore
Dino Sforzati





(guarda l'intero album fotografico su Facebook)